PLASCO
Preforme in PET

Azienda leader in Italia nella produzione di preforme in PET


Storia

Plasco inizia l’attività di produzione di preforme e bottiglie in PET nel 1995.
Negli anni successivi colloca i propri impianti di soffiaggio presso gli stabilimenti di imbottigliamento di alcuni partners fornendo oltre alle preforme l’esperienza acquisita nella realizzazione dei contenitori finiti.
Negli anni seguenti si specializza nella sola produzione di preforme pur continuando a fornire assistenza tecnica nel settore del soffiaggio ai propri clienti.
Oggi lo stabilimento della Plasco in Italia insiste su un area di 50.000 mq di cui 19.000 coperti, divisi tra produzione 6.000 mq, magazzino e zona di carico 13.000 mq.
Il principale mercato di riferimento è quello italiano che rappresenta il 95% delle vendite mentre il restante 5% e suddiviso tra Grecia, Cipro, Spagna, Belgio e Serbia per un totale di oltre 2,5MLD di preforme vendute (dati anno 2010).

Produzione

L’azienda ha una capacità produttiva di 10 ml di preforme al giorno per un totale di 3 mld annui, la produzione delle preforme viene realizzata con dei Sistemi produttivi di ultima generazione.
L’elevata tecnologia degli impianti consente alla Plasco sia di ottimizzare i costi di produzione che di ottenere un ottimo risultato in termini di qualità del prodotto.
Le presse ad iniezione-stampaggio sono state acquistate da aziende leader in campo europeo, quali Netstal, Sipa ed Husky.
Tutti i sistemi di produzione sono equipaggiati con dosatori per la colorazione delle preforme sia con addittivi a base liquida che granulare.

Magazzino

Una batteria di silos consente di stoccare in verticale fino a 1.000 tons di PET.
Attraverso un sistema informatico integrato la distribuzione di PET è programmabile da ciascun silo ad ogni singola pressa.
Le preforme sono confezionate in cartoni ottagonali, che vengono assemblati senza intervento da parte di operatori da un moderno impianto forma-octabin.
Particolare attenzione viene riservata alla rintracciabilità del prodotto finito (preforma).
Per questo è stato implementato un sistema di codice a barre che permette di risalire, in qualsiasi momento, a tutte le varie fasi delle produzione sino all’utilizzo del lotto di PET utilizzato.